Le app per la salute delle donne...e non solo!
Le app per la salute delle donne...e non solo!

Ihealthyou Redazione


La cura della propria persona è tra le cose che sta più a cuore ad ognuno di noi e, grazie al mondo sempre più digitalizzato in cui viviamo, gli strumenti a nostra disposizione per farlo sono sempre di più, sempre più utili e soprattutto, sempre più a portata di mano. Le app, in particolare per le donne, sono anche molto utili quando si tratta di monitorare quel mondo complesso rappresentato dal ciclo mestruale e da tutto ciò che lo circonda.


Negli ultimi anni sui vari app store sono comparse centinaia e centinaia di app legate al controllo del ciclo mestruale che permettono di raccogliere in un unico “registro” - quasi sempre rappresentato sotto la forma di un calendario -  una serie di dati e di informazioni molto utili per il monitoraggio di un aspetto così importante della vita di una donna.


WomanLog, per esempio, è un’app che permette di monitorare l’attività del ciclo mestruale, dolori e malesseri vari inclusi, ma anche registrare i dati relativi alle gravidanze e persino quelli legati alla crescita del proprio bambino.


Interamente dedicata alla gestione di questi ultimi è l’app myPill che, a chi fa per esempio uso della pillola anticoncezionale, offre come interfaccia un blister per tenere sotto controllo, in maniera semplice e intuitiva, quante pillole si sono assunte e quante ne mancano.


Per le donne che invece soffrono di una sindrome premestruale particolarmente intensa, potrebbe essere interessante provare l’app Period Tracker. Questa permette di scegliere tra una vasta gamma di icone per annotare qualsiasi tipo di problema durante la fase premestruale o la gravidanza: mal di schiena, acne, indolenzimento, voglia di salato, gonfiore, mal di testa e quant’altro. I dati generati dall’utilizzo delle icone possono anche essere esportati per essere sottoposti al medico.


Clue è invece un’applicazione che permette di tenere traccia di ogni aspetto possibile legato al ciclo: dal flusso, ai crampi, passando per le voglie, il livello di energia e di irritabilità, fino alla gestione dei metodi contraccettivi.


Per saperne di più, abbiamo chiesto a un membro della redazione di raccontarci la sua esperienza con le app per il monitoraggio del ciclo.


«Non sono mai stata un’assidua utilizzatrice di questo genere di app, ma da quando mi è stata consigliata Clue non l’ho più lasciata. La prima cosa che mi ha colpita è l’interfaccia grafica pulita ed essenziale, senza troppi fronzoli o colori sgargianti. L’inserimento dei dati è velocissimo e le predizioni sono sempre molto accurate, soprattutto per me che non utilizzo contraccettivi ormonali».


E se gli uomini che hanno letto questo articolo si sono sentiti un po’ trascurati, potrebbero provare l’i.Con Smart Condom Ring un anello smart in grado di raccogliere dati durante l’attività sessuale. Si ricarica tramite usb, ha un’autonomia di circa 7 ore, va applicato alla base del pene e sarà presto disponibile sul mercato.


E voi, quali app utilizzate? Segnalateci le vostre!

Data pubblicazione: 14 dicembre 2017
Data ultimo aggiornamento: 12 settembre 2018
Ihealthyou Redazione
Commenti