DSA e digitale: 7 tecnologie utilizzate come strumenti compensativi
DSA e digitale: 7 tecnologie utilizzate come strumenti compensativi

Ihealthyou Redazione



  • È sempre più alta l'attenzione verso gli studenti affetti da Disturbi Specifici dell’apprendimento (per un maggiore approfondimento rimandiamo alla lettura dell’articolo I 4 disturbi dell’apprendimento riconosciuti in Italia) e verso la ricerca di quegli strumenti che possono aiutarli nella fase dell’apprendimento.

  • Stiamo vivendo in un periodo storico in cui ormai gli strumenti informatici fanno parte della nostra realtà quotidiana, tanto che nella legge 170/2010 “Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico” all’ Art.5 comma 2b viene evidenziata la rilevanza in merito a: “l'introduzione di strumenti compensativi, compresi i mezzi di apprendimento alternativi e le tecnologie informatiche, nonché misure dispensative da alcune prestazioni non essenziali ai fini della qualità dei concetti da apprendere”. Gli strumenti compensativi ad alta tecnologia, quali computer e tablet, integrati con software specifici, si presentano come ausili utili per il bambino con DSA.

  •  
  • Quali sono i software che possono essere integrati come strumento compensativo?


  • Ecco le 7 categorie di software che possono aiutare il bambino nella sua attività didattica:

  •  

1- Software dedicati alla Sintesi Vocale: è un software che permette la lettura automatica del testo digitale presente su un PDF o su pagine web, consentendo anche di regolare la velocità di lettura, il tipo di voce (maschile o femminile) e la modalità di lettura. Un’esempio di software è Balabolka.

2- Programmi di videoscrittura: permette di creare un testo, usando la tastiera, e di redigere testi ordinati e in tempi ridotti. Questo software, inoltre, aiuta il bambino con difficoltà di scrittura ad avere maggiore visione degli errori ortografici commessi, grazie all’ausilio del correttore ortografico automatico. Il più comune è MicrosoftWord.

3- Riconoscimento ottico di caratteri: simile ad una fotocopiatrice che, collegata al computer, consente di trasformare documenti cartacei scritti in un’immagine. Questo è possibile grazie al software OCR (Optimal Character Recognition) ed è molto utile perché evita di dover leggere e copiare il testo al computer, perdendo tempo prezioso e commettendo possibili errori in fase di lettura o di battitura.

4- Riconoscimento vocale: riconosce e trasforma in testo elettronico quello che viene pronunciato e amplificato grazie ad un microfono. Attraverso questo ausilio, una persona che ha difficoltà a scrivere con la tastiera o che impiega troppo tempo nel farlo può dettare il testo al computer.

5- E-book e audiolibri: permettono di sfruttare la facoltà dell’ascolto per acquisire informazioni.

6- Tecnologie per la matematica: fogli di calcolo che permettono di svolgere operazioni matematiche su un foglio elettronico bianco, simile a quello cartaceo. Ciò offre diversi vantaggi, particolarmente ai bambini con disgrafia o dislessia in quanto vengono aiutati a rispettare un ordine grafico e organizzare meglio lo spazio.

7- Programmi per la creazione di mappe: questi software permettono di creare mappe mentali e concettuali attraverso rappresentazioni grafiche di concetti espressi in forma sintetica all’interno di una forma geometrica collegati tra loro attraverso linee o frecce che evidenziano la relazione parola-legamento. Uno dei software maggiormente utilizzato è CMap.


  • Come sceglierli? Come applicarli?

  • Ogni bambino ha una personalità a se stante quindi la scelta dello strumento compensativo dovrà essere il risultato di un'attenta analisi delle caratteristiche della persona, delle funzionalità e caratteristiche tecniche dello strumento compensativo. Questi strumenti tecnologici compensativi consentono al bambino di raggiungere un buon grado di autonomia, non dipendendo quindi sempre dalla mediazione di un terzo (insegnate, genitore…).


  • Progetto AID: Lo sviluppo di una biblioteca digitale
  • L’Associazione Italiana Dislessia, è un'associazione costituita da genitori e familiari di bambini dislessici, dislessici adulti, medici, psicologi, pedagogisti, uniti dall'obiettivo di fare crescere la consapevolezza e la sensibilità verso questo disturbo. Un progetto sviluppato, dall'Associazione, a favore dell' apprendimento digitale è il "LibroAID", il servizio attraverso cui i libri scolastici in formato digitale vengono erogati agli studenti con diagnosi DSA o certificazione 104/1992, grazie al protocollo siglato con l'Associazione Italiana Editori (AIE) e alla collaborazione degli editori aderenti al servizio.



Data pubblicazione: 15 maggio 2018
Data ultimo aggiornamento: 12 settembre 2018
Ihealthyou Redazione
Commenti