L'importanza del donare: il sangue è un salvavita.
L'importanza del donare: il sangue è un salvavita.

Paola Amendola, 16 giugno 2017

 

Dona sangue. Dona adesso. Dona spesso. Il messaggio lanciato due giorni fa, dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, in occasione del World Blood Donor Day. Un invito, un appello rivolto a tutti coloro che possono donare e offrire il loro aiuto di fronte alle emergenze. Ma perchè è importante donare? Come si diventa donatori? Chi può diventarlo?

 

Ho iniziato a donare il sangue appena maggiorenne, quando ero ancora al liceo, e ho continuato a farlo mentre frequentavo la facoltà di Medicina. La prima volta ho pensato che fosse un modo semplice per fare del bene, ma poi mi sono resa conto che ero io stessa la prima a trarre le sensazioni migliori da questo gesto. Ho avuto modo di conoscere operatori sanitari e altri donatori che sono stati per me fonte di ispirazione e con cui ho amato condividere il momento del prelievo. Adesso vivo l'esperienza della donazione con una grande gioia, consapevole del fatto che, a fronte di uno sforzo minimo, avrò l'occasione di provare un senso di soddisfazione impagabile. Cerco di condividere queste opportunità con sempre più amici, accompagnandoli ai loro primi prelievi. Raccomando la donazione di sangue a quanta più gente possibile non tanto in quanto futuro medico, ma piuttosto come essere umano. Trovo infatti che, prima ancora di essere un gesto di altruismo dagli importanti risvolti clinici, sia una semplice ma grande occasione per soddisfare una delle esigenze innate nella specie umana: la condivisione della felicità.

Chiara

Laureata con lode in Marketing Management. Ha maturato esperienza nel campo della comunicazione e del marketing presso aziende operanti in diversi settori. Degree thesis research presso l’Instituto Interuniversitario de Investigación en Bioingeniería y Tecnología Orientada al Ser Humano (I3BH).

Commenti