FINCOPP: da due decenni al servizio dei pazienti
FINCOPP: da due decenni al servizio dei pazienti

Ihealthyou Redazione, 16 luglio 2018


La Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico - FINCOPP lavora intensamente per migliorare la qualità della vita delle persone incontinenti e/o con problemi al pavimento pelvico.

Fondata nel 1999 dai pazienti stessi, la FINCOPP riunisce i cittadini che soffrono di incontinenza urinaria e, più in generale, di disturbi del pavimento pelvico (tra questi: stipsi da incoordinazione muscolare, rettocele, dolore perineale cronico ed esiti di interventi pelvi-perineali, etc.), i medici che si interessano a tali problematiche, gli infermieri specialisti nella riabilitazione dell'incontinenza, le ostetriche, i fisioterapisti e tutti i cittadini desiderosi di entrarne a far parte. 

L'associazione ha attivato in tutta Italia una “Rete di Centri Accreditati FINCOPP” grazie ai quali i pazienti possono rivolgersi per essere sottoposti a visite mediche e ricevere consigli sulle migliori terapie. I “Centri Accreditati FINCOPP” , in totale 92, sono stati classificati secondo due colori: codice verde per l’incontinenza urinaria e codice rosso per quella fecale (72 con codice verde, 20 con codice rosso). Da un punto di vista politico la Federazione in 20 anni ha stimolato innumerevoli disegni e proposte di legge tanto da portare sempre più alla luce questa patologia.

Tante sono le tappe importanti che hanno contraddistinto e continuano a caratterizzare la storia di questa associazione. Tra queste:

Nel 2005 FINCOPP, congiuntamente ad altre Associazioni europee e non (Francia, Olanda, Svezia, Stati Uniti, Polonia, etc.) ha fondato a Roma (EUR – Palazzo INAIL) la World Federation of Incontinent Patients. Inoltre, ha chiesto e ottenuto, grazie alla sensibilità del Ministero della Salute, l’istituzione della “Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’ incontinenza” (istituita con Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 maggio 2006, che si svolge, ogni anno, il 28 giugno). 

Il 12 maggio 2006, invece, a seguito del Decreto del Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, la FINCOPP, in collaborazione con la FAVO, si è inserita nel “Gruppo di Studio Congiunto Istituto Superiore di Sanità, AIFA ed Associazioni dei Pazienti”. 

Nel 2010, primi nel mondo, FINCOPP ha stilato la “Carta dei diritti delle persone incontinenti”, un prezioso decalogo a diffusione gratuita.

Nel 2012 l’Associazione pubblica il primo “Libro Bianco sull’incontinenza, anche questa opera diffusa in tutta Italia gratuitamente. Il “Libro”, stampato in 10.000 copie ha riscontrato un notevole successo tra gli addetti ai lavori e tra i pazienti ed è ancora attuale. 

Infine, nel 2016 l’Associazione, grazie al Centro Servizi Volontariato San Nicola di Bari ha stampato una mini Guida per bambini, genitori, nonni ed educatrici dell’infanzia, denominata: “Pipì e popò insieme si può”. L’opuscoletto, illustrato con vignette, insegna a tutti la corretta posizione da assumere durante la pipì, la defecazione e come agire per una vera igiene intima dei bambini.

Queste sono alcuni dei successi raggiunti in tutti questi anni dalla FINCOPP, che da sempre intende impegnarsi per il benessere dei pazienti incontinenti e i loro familiari, oltre al raggiungimento degli obiettivi prefissati dal Consiglio Direttivo e Comitato Scientifico. 


Non isolarsi e non vergognarsi. Il dolore dell’incontinenza “non deve e non può essere vissuto come una vergogna”

Ihealthyou Redazione
Commenti