Cosa vuol dire acufene?

L' acufene significa una percezione sonora non prodotta e/o derivata dall’ambiente circostante. L'acufene di per sé non causa perdita uditiva ma il suono percepito può distogliere l'attenzione del paziente e rendergli difficile concentrarsi su altri suoni.

Di fatto, che cosa è l'acufene? 

non è una patologia, ma piuttosto un sintomo che in alcuni casi comporta disturbi della sfera audiologica. 
Le caratteristiche di questo sintomo possono essere differenti: dal punto di vista temporale può essere continuo ovvero il paziente lo avverte costantemente, oppure occasionale se viene avvertito principalmente in condizioni ambientali di quiete. Dal punto di vista qualitativo, ogni paziente può descrivere il proprio acufene con diverse caratteristiche frequenziali e di intensità. Chi soffre di acufene spesso descrive questo sintomo come il fruscio delle foglie, il fischio del treno, il battito del cuore e spesso affermano di avvertire:
  • "l' acufene quando mastico, parlo e digerisco";
  • "l' acufene quando fumo";
  • "l' acufene quando mi abbasso e mi sdraio";
  • "l' acufene quando sbadiglio e stringo i denti";
  • "l' acufene quando giro muovo la testa";
  • "l' acufene quando cambia il tempo".

Questo sintomo può interessare un unico organo uditivo o entrambi. Alcuni pazienti riescono a conviverci per mesi o anni senza consultare alcun medico, invece altri richiedono un consulto medico immediato per capire quali sono le cause dell'acufene e come curare l'acufene in quanto viene percepito come sintomo invalidante. 
L’acufene può essere sintomo di diverse patologie dell’ambito otorinolaringoiatrico e audiologico, alcune cause dell'acufene sono il trauma acustico, l’otosclerosi, l’ipoacusia improvvisa, la presbiacusia, la sindrome di Menière fino a più rari neurinomi acustici del VIII nervo cranico.

Quali esami fare per diagnosticare l'acufene? 

Il corretto inquadramento diagnostico prevede una visita otorinolaringoiatrica e/o audiologica con un' audiometria tonale, che può essere corredato da ulteriori accertamenti strumentali in base al sospetto clinico dello specialista. La valutazione specialistica clinica e strumentale permette di verificare un’eventuale correlazione con disturbi organici dell’organo acustico-vestibolare ed intraprendere l’iter terapeutico-riabilitativo più adeguato.

Dove rivolgersi per capire come curare l'acufene? 

A questo link trovate le strutture sanitarie in cui è possibile svolgere degli approfondimenti per l'acufene.