Uroflussometria

Illustrazione 3d di una vescica per descrivere l'Uroflussometria

 

Si tratta di un test diagnostico che consente di misurare e di registrare il flusso urinario e che fornisce dati sulla velocità media e sulla velocità massima del getto di urina. Analizzando questi valori è possibile indirizzare la diagnosi di malattie dell'apparato urinario e della prostata. Se abbinata a un altro test diagnostico, il cistometrogramma (CMG), l’uroflussometria risulta ancora più efficace nel mettere in evidenza alcune patologie di queste strutture anatomiche.

 

È un test eseguito di norma da un medico specialista in urologia.
Il vantaggio principale offerto da questo test è quello di essere non solo molto semplice da eseguire e per nulla invasivo, ma anche molto utile per accertare la presenza di un eventuale ostacolo, ossia un’ostruzione, del normale deflusso dell’urina.

 

 

Quando si esegue l’uroflussometria?

L’indicazione ad eseguire questo accertamento diagnostico si pone in presenza di sintomi che lascino supporre l’esistenza di un ostacolo del flusso urinario determinato da patologie dell’apparato urinario e della prostata quali ad esempio:

  • prostatite;
  • uretrite;
  • cistite;
  • calcolosi vescicale;
  • restringimento dell'uretra;
  • ipertrofia prostatica;
  • tumori.

 

Tra queste l'ipertrofia prostatica benigna è una delle patologie più comuni che possono essere messe in evidenza tramite l'uroflussometria. Si tratta di una affezione molto frequente negli uomini con età superiore ai 50 anni ed è caratterizzata da un aumento volumetrico della prostata, una piccola ghiandola localizzata sotto alla vescica, che svolge il compito di produrre una parte del liquido seminale. Le cause di questa malattia sono multifattoriali e tra queste uno squilibrio ormonale. Questa patologia non è da ritenersi però una lesione precancerosa, pertanto non esiste un rischio aumentato di ammalarsi di carcinoma prostatico dovuto a trasformazione maligna della ghiandola ingrossata. Tra i disturbi che possono far sorgere il sospetto dell’esistenza di questa patologia vi sono:

  • getto urinario debole;
  • sgocciolamento prolungato dopo la minzione;
  • esigenza frequente di urinare accompagnata da sensazione di urgenza;
  • incontinenza urinaria;
  • sensazione di svuotamento solo parziale della vescica.

 

 

 

 

Come si esegue l’uroflussometria?

L'esame è semplice. Viene infatti chiesto al paziente di urinare in un imbuto collegato a uno strumento specifico per questo scopo, l'uroflussometro, il quale misura e registra le informazioni relative al flusso di urina su un apposito diagramma. La portata urinaria viene calcolata in millilitri (ml) di urina emessa al secondo e l’apparecchio è in grado di misurare sia la velocità media che quella massima del getto. Negli uomini, la velocità media si attesta mediamente tra i 10 e i 21 ml al secondo; nelle donne, invece, tra i 15 e i 18 ml al secondo. Una volta terminato il test, il Medico è in grado di fornire immediatamente i risultati al paziente basandosi sulla lettura del diagramma di flusso registrato dallo strumento. Se la velocità media del flusso dell’urina fosse bassa, la causa potrebbe essere:

  • una ostruzione del collo della vescica;
  • una ostruzione dell'uretra;
  • un ingrossamento della prostata;
  • debolezza vescicale.

 

Se, invece, la velocità del flusso dell’urina fosse troppo alta, si potrebbe sospettare l’esistenza di:

  • una vescica urinaria iperattiva;
  • incontinenza urinaria.

 

Sulla base dei risultati ottenuti, l'Urologo potrà eventualmente proporre al paziente ulteriori accertamenti diagnostici di approfondimento.

 

 

Preparazione all’uroflussometria

Per una corretta esecuzione dell'esame, è necessario che il paziente si presenti alla visita medica con la vescica abbastanza piena da permettergli di urinare senza difficoltà. Per ottenere questo scopo dovrebbe essere sufficiente trattenersi dal mingere per alcune ore prima di eseguire il test. Non sono in genere necessarie altre procedure di preparazione da parte del paziente.

 

 

Caratteristiche dell’uroflussometria

Si tratta di un esame assolutamente indolore e, una volta terminato, il paziente può riprendere da subito le sue normali attività. Questo accertamento diagnostico è del tutto privo di controindicazioni e di complicazioni possibili.

 

 

Fonti:
  • Urology care foundation;
  • D’Ancona CD, Haylen BT, Oelke M, Herschorn S, Abranches-Monteiro L, Arnold EP, Goldman HB, Hamid R, Homma Y, Marcelissen T, Rademakers K, Schizas A, Singla A, Soto I, Tse V, de Wachter S. An International Continence Society (ICS) Report on the Terminology for Adult Male Lower Urinary Tract and Pelvic Floor Symptoms and Dysfunction. Neurourol Urodyn. 2019 DOI: 10.1002/nau.23897. 
In sintesi

L'uroflussometria è un test diagnostico che permette la misurazione e la registrazione del flusso dell'urina.

Ricerche degli utenti

  • Ecodoppler (Ecografia doppler)

    L’ecodoppler è un esame diagnostico non invasivo e rapido che offre informazioni sul flusso sanguigno.

  • Test per l'HIV

    Il test HIV permette di scoprire se una persona si è infettata con il virus dell’immunodeficienza umana, il virus responsabile dell’AIDS.

  • Esami ematochimici

    Gli esami ematochimici consentono di valutare lo stato di salute generale, identificare condizioni patologiche e valutare gli effetti delle terapie.

  • Adenoidectomia

    L’adenoidectomia è una pratica chirurgica molto frequente, eseguita per rimuovere le adenoidi.

  • Bendaggio gastrico

    Il bendaggio gastrico è un tipo di intervento chirurgico utilizzato in chirurgia bariatrica per ridurre il peso corporeo nei casi di obesità.

Informati: la salute con Ihealthyou

In Ihealthyou crediamo nella forza della condivisione e delle comunità e per questo motivo abbiamo pensato ad uno spazio che possa raccogliere persone interessate a informarsi, incontrarsi e ad abbracciare uno stile di vita consapevole sui temi della prevenzione e della cura della salute. Entra a far parte anche tu della nostra community su Facebook!



Entra nella community

Iscriviti alla newsletter di Ihealthyou:
scopri come prenderti cura della tua salute!