Pericardite

Illustrazione 3d di un cuore per descrivere la Pericardite

 

La pericardite è l’infiammazione del pericardio cioè della membrana che avvolge il cuore. Rappresenta il processo patologico più frequente a carico del cuore ed è una delle cause più comuni di  dolore al petto. La pericardite è determinata da varie cause, tra cui infezioni virali e batteriche.

 

 

Descrizione della pericardite

La pericardite è la malattia a carico del pericardio più diffusa, di solito colpisce individui giovani e adulti e può ripresentarsi più volte nel corso della vita. In Italia, uno studio condotto in 2 ospedali di un’area urbana, ha stimato l’incidenza di questa patologia a 27,7 casi per 100.000 abitanti all'anno. Complessivamente, nei paesi occidentali la pericardite rappresenta lo 0,2% di tutti i ricoveri per cause cardiovascolari ospedalieri ed è diagnosticata in circa il 5% dei pazienti con dolore toracico non riconducibile a ischemia.

 

Il cuore è suddiviso in quattro cavità, separate da strutture anatomiche dette setti: gli atri destro e sinistro, che accolgono rispettivamente il sangue proveniente dalla circolazione sistemica (che è povero di ossigeno) e polmonare (ricco di ossigeno), e i ventricoli destro e sinistro, che contraendosi, spingono rispettivamente il sangue attraverso la circolazione polmonare e sistemica.  Questi meccanismi di contrazione, avvengono grazie al fatto che il cuore è costituito da tessuto muscolare, detto miocardio ma, come la maggior parte degli organi interni, anche il miocardio è circondato da un sistema di membrane, il pericardio.

 

Il pericardio è una sacca costituita da tessuto fibro-elastico a doppio strato. Lo strato più interno, verso il cuore, è detto viscerale, mentre lo strato esterno, detto parietale, è ricco di terminazioni nervose. Tra i due strati c’è uno spazio che normalmente contiene da 15 a 50 ml di liquido.  La pericardite si determina quando questa struttura anatomica si infiamma, con possibile formazione di liquido tra i due strati (versamento pericardico). Le cause della pericardite sono diverse, più frequentemente si tratta di infezioni virali, più raramente, può essere causata da batteri, parassiti o funghi. Oltre alle cause infettive, la pericardite può manifestarsi anche in seguito a insufficienza renale, ipotiroidismo, tumori, traumi al torace, infarto del miocardio acuto, malattie come il lupus eritematoso sistemico oppure trattamenti con specifici farmaci.

 

A livello temporale, la pericardite può essere classificata in: acuta, se compare improvvisamente e dura qualche settimana, oppure cronica, se persiste per più di 6 mesi (30% dei casi). L’accumulo di liquidi tipico della pericardite può diventare significativo, poiché il fluido può comprimere le camere cardiache, limitando il riempimento di sangue nel cuore. La pericardite può anche essere associata ad altre sindromi a carico del pericardio, come la pericardite cronica costrittiva, in cui si ha un ispessimento del pericardio con conseguente costrizione delle cavità del cuore.

 

 

La diagnosi di pericardite

La pericardite viene diagnosticata attraverso i seguenti esami:

  • auscultazione attraverso fonendoscopio, strumento che amplifica i suoni interni del torace, in caso di pericardite è possibile ascoltare lo sfregamento cardiaco, suono raspante e graffiante corrispondente all’attrito tra gli strati del pericardio;.
  • elettrocardiogramma (ECG), esame che misura l’andamento dell’impulso elettrico che regola la contrazione cardiaca, può presentare un tracciato anomalo in caso di pericardite;
  • radiografia del torace, esame utile per accertare la presenza di cuore ingrossato o congestione polmonare, effetti della pericardite;
  • ecocardiogramma, esame che utilizza gli ultrasuoni per ottenere un’immagine della struttura del cuore, usato per identificare il versamento pericardico e l’eventuale ispessimento della membrana;
  • analisi del sangue volte a identificare sia i marcatori di un infarto del miocardio (in modo da escludere questa eventualità) sia i marcatori di infiammazione;
  • analisi sul liquido pericardico, dopo che è stato drenato, volto ad individuare eventuali infezioni.

 

 

Una dottoressa tiene in mano i risultati dell'ECG e sullo sfondo si vede il paziente sdraiato su un lettino

 

 

I sintomi e le complicanze della pericardite

Il sintomo più importante della pericardite è il dolore che può manifestarsi localizzato sullo sterno o irradiarsi verso il lato sinistro del corpo, coinvolgendo braccia, spalle e collo. Spesso il dolore è acuto e si accompagna alla sensazione di oppressione. Altri sintomi di pericardite possono essere:

  • palpitazioni;
  • difficoltà respiratorie;
  • tosse secca
  • affaticabilità;
  • febbre (in caso di pericarditi infettive).

 

La complicanza più grave della pericardite è il tamponamento cardiaco, ovvero l’accumulo di sangue all’interno del pericardio, che può portare a infarto del miocardio acuto.

 

 

 

Trattamento della pericardite

Il trattamento della pericardite dipende dalla causa che l’ha determinata, in caso di pericardite infettiva, per esempio, verranno somministrati farmaci volti a eliminare l’infezione. Negli altri casi, spesso vengono somministrati farmaci anti-infiammatori. Quando il liquido pericardico è eccessivo, si deve procedere al suo drenaggio mediante l’uso di un catetere, tubicino flessibile che viene posizionato tra i due foglietti pericardici.

 

La pericardite, è una malattia infiammatoria a carico del pericardio, membrana che ha lo scopo di contenere e proteggere il cuore. Per scoprire di più su alcune patologie correlate a pericardite consulta le pagine su infarto miocardico acutolupus eritematoso sistemico.

 

 

Fonti: 
  • Ministero della Salute: Malattie_cardiovascolari;
  • Ospedale Niguarda: riconoscere la pericardite;
  • Imazio M, Gaita F, LeWinter M. Evaluation and Treatment of Pericarditis: A Systematic Review. JAMA. 2015 Oct 13;314(14):1498-506. doi: 10.1001/jama.2015.12763. Erratum in: JAMA. 2015 Nov 10;314(18):1978. Erratum in: JAMA. 2016 Jan 5;315(1):90. Dosage error in article text. PMID: 26461998;
  • Dababneh E, Siddique MS. Pericarditis. 2020 Aug 10. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2021 Jan–. PMID: 28613734;
  • Imazio, M., Cecchi, E., Demichelis, B., Chinaglia, A., Ierna, S., Demarie, D., … Trinchero, R. (2007). Myopericarditis versus viral or idiopathic acute pericarditis. Heart, 94(4), 498–501.doi:10.1136/hrt.2006.104067 

Ricerche degli utenti

  • Frenulo breve (Frenulo corto)

    Il frenulo breve, o frenulo corto, è un’anomalia genitale abbastanza comune che può causare dolore e problemi durante il rapporto sessuale.

  • Dispepsia (Cattiva digestione o Indigestione)

    La dispepsia funzionale è un disturbo cronico di origine sconosciuta che si manifesta con i sintomi di una cattiva digestione.

  • Gastrite cronica

    La gastrite cronica è un’infiammazione persistente dello stomaco, di origine infettiva o autoimmune, che può comprometterne la funzionalità.

  • Osteoporosi

    L’osteoporosi è una malattia che comporta fragilità delle ossa, è spesso legata all’invecchiamento e alla menopausa, ma può avere anche altre cause.

  • Addominoplastica

    L’addominoplastica è una procedura chirurgica atta a ridurre gli eccessi di grasso e pelle dall’addome e a rinforzare la muscolatura addominale.

Informati: la salute con Ihealthyou

In Ihealthyou crediamo nella forza della condivisione e delle comunità e per questo motivo abbiamo pensato ad uno spazio che possa raccogliere persone interessate a informarsi, incontrarsi e ad abbracciare uno stile di vita consapevole sui temi della prevenzione e della cura della salute. Entra a far parte anche tu della nostra community su Facebook!



Entra nella community

Iscriviti alla newsletter di Ihealthyou:
scopri come prenderti cura della tua salute!