Stress

Illustrazione 3d del corpo umano per descrivere lo stress

 

Il termine stress indica la risposta psicofisica ad un evento o una serie di eventi impegnativi dal punto di vista fisiologico, come ad esempio una malattia, o psicologico, come ad esempio un lutto, che vengono percepiti come eccessivi. Tutto ciò che minaccia la naturale tendenza degli esseri viventi a resistere ai cambiamenti e mantenere omeostasi, rappresenta un agente stressante.

 

 

Indice degli argomenti

 

 

Descrizione dello stress

Lo stress non è sempre negativo, in quanto aiuta a sopravvivere. Una reazione da stress fisiologica è quella nota come “combatti o fuggi” (in inglese fight or flight): in presenza di una minaccia vengono rilasciati in circolo gli ormoni dello stress (cortisolo e adrenalina) che preparano il corpo (aumentando il battito cardiaco e la respirazione, mettendo in tensione i muscoli e amplificando capacità di concentrazione e vigilanza) ad affrontare il pericolo o ad allontanarsi rapidamente; superata l’emergenza il corpo ritorna alla normalità.

 

Se però ci si trova a dovere affrontare ripetutamente delle situazioni stressanti, il corpo continua a produrre alti livelli di ormoni dello stress che vanno ad agire in maniera eccessiva e inappropriata su diversi organi e sistemi. Lo stress cronico genera sofferenza e compromette la salute e il benessere della persona. Tra le cause di stress cronico vi sono impegni lavorativi e famigliari pressanti, problemi finanziari, eventi della vita improvvisi o che hanno un impatto sul lungo periodo (p. es. licenziamento o divorzio, ma anche diventare genitore) ed eventi traumatici (in alcuni casi responsabili del disturbo da stress post traumatico).

 

La capacità di gestire lo stress varia da persona a persona. Lo stato di salute generale, così come il modo in cui si valuta la situazione, ha un peso importantissimo nel modo in cui si risponde a un evento stressante o allo stress ripetuto.  Esperienze infantili, come una storia di abusi o l’essere stati trascurati dai genitori, ma anche fattori genetici e fattori ambientali (p. es. uno scarso supporto sociale), possono rendere le persone particolarmente vulnerabili allo stress.

 

 

 

 

Come si manifesta lo stress

Le risposte dell’organismo agli ormoni dello stress, funzionali quando di breve durata, se protratte nel tempo, possono trasformarsi in veri problemi medici. A livello dell’apparato digerente si ha un rallentamento nello svuotamento dello stomaco ed una maggiore attività intestinale che provocano, rispettivamente, mal di stomaco e diarrea.

 

Inoltre, lo stress aumenta l’appetito e ciò può portare all’aumento di peso e all’obesità. A livello del sistema cardiovascolare si osserva un aumento della pressione sanguigna e del battito cardiaco. Aumentano anche i livelli di lipidi (colesterolo e trigliceridi) e di zucchero nel sangue, ed ipertensione, iperlipidemia e iperglicemia sono importanti fattori di rischio per l’aterosclerosi, l’ictus e il diabete.

 

 

Sintomi ed effetti dello stress

Lo stress indebolisce le risposte del sistema immunitario, rendendo l’organismo più vulnerabile alle infezioni. Gli effetti sul sistema nervoso provocano:

  • problemi di memoria e nella capacità di prendere decisioni;
  • irritabilità;
  • mal di testa (cefalea);
  • vertigini;
  • tremori.

 

Lo stress ha un ruolo importante nell’insorgenza di disturbi del sonno, ansia e depressione.  Mal di schiena e spossatezza possono essere annoverati tra i sintomi dello stress.

Altri sintomi che si possono presentare a causa dello stress interessano la sfera riproduttiva e sessuale e sono caratterizzati da irregolarità mestruale, disfunzione erettile e diminuzione del desiderio sessuale.

 

 

Come si cura lo stress

Quando i sintomi sono lievi può essere sufficiente adottare alcuni comportamenti che migliorano il benessere mentale e aiutano a gestire lo stress, come:

  • fare attività fisica regolare;
  • fare ricorso a tecniche di rilassamento;
  • praticare attività rilassanti;
  • dormire a sufficienza;
  • scegliere una dieta sana;
  • evitare caffeina, alcol e fumo;
  • chiedere supporto a famigliari e amici.

 

Se i sintomi non migliorano o sono più intensi è bene rivolgersi al medico che valuterà se possano dipendere da altre cause. In caso di stress cronico si può ricorrere alla psicoterapia che aiuta a identificare le sorgenti dello stress e ad acquisire strategie per affrontarlo. Se lo stress si associa ad altri disturbi come ansia o depressione il medico potrebbe prescrivere dei farmaci.

 

 

Fonti

In sintesi

Lo stress è la risposta dell’organismo ad eventi che provocano una pressione mentale ed emotiva ritenuta insostenibile dall’individuo.

Strutture in evidenza

Tutte le strutture     Contattaci

Ricerche degli utenti

  • Sinusite

    La sinusite è un disturbo infiammatorio che colpisce le mucose dei seni paranasali, provocando congestione nasale e cefalea.

  • Depressione

    La depressione è un disturbo mentale molto diffuso, che colpisce prevalentemente le donne, portando nei casi più gravi porta al suicidio, ma che può essere curato.

  • Depressione post partum

    La depressione post partum è un problema di salute mentale che insorge dopo il parto. Se non viene curata può avere serie conseguenze per la donna e il bambino.

  • Tubercolosi (TBC)

    La tubercolosi è una malattia infettiva che colpisce prevalentemente i polmoni, ed è provocata dal Mycobacterium tuberculosis.

  • Insonnia

    L’insonnia è un disturbo del sonno che causa problemi nell’addormentarsi e nel mantenimento del sonno.

Informati: la salute con Ihealthyou

In Ihealthyou crediamo nella forza della condivisione e delle comunità e per questo motivo abbiamo pensato ad uno spazio che possa raccogliere persone interessate a informarsi, incontrarsi e ad abbracciare uno stile di vita consapevole sui temi della prevenzione e della cura della salute. Entra a far parte anche tu della nostra community su Facebook!



Entra nella community

Iscriviti alla newsletter di Ihealthyou:
scopri come prenderti cura della tua salute!