Stenosi

Illustrazione 3d del corpo umano per descrivere la Stenosi

 

La stenosi è un restringimento di una struttura cava o di un orifizio. Può essere congenita o secondaria a traumi o processi patologici che hanno portato alla formazione di tessuto cicatriziale. Viene trattata chirurgicamente.

 

 

Indice degli argomenti

 

 

Cos’è la stenosi

Con stenosi si intende un restringimento anomalo di una struttura cava o di un orifizio. Il termine stenosi viene dalla parola greca che significa “strettezza”; si pronuncia con l’accento sulla “o” (stenòsi), anche se in ambiente medico viene spesso usata la pronuncia alla greca, con l’accento sulla “e”.

 

La stenosi può essere congenita, cioè presente dalla nascita, oppure acquisita, insorta dopo la nascita. Tra le cause delle stenosi acquisite vi sono processi infiammatori, traumi e interventi chirurgici. In linea teorica può esserci una stenosi a livello di qualunque canale naturale o sfintere (l’anello muscolare che si trova o in corrispondenza di un orifizio che connette due strutture cave comunicanti oppure nella parte terminale di una struttura cava e regola il transito del contenuto).

 

 

 

 

Tipologie di stenosi

Esistono differenti tipologie di stenosi, che possono essere raggruppate in base al sistema o all'apparato di riferimento. Tra le principali, all'interno di questa scheda citiamo:

  • stenosi dell'apparato cardiovascolare;
  • stenosi dell'apparato digerente;
  • stenosi dell'apparato respiratorio;
  • stemosi dell'apparato urogenitale;
  • stenosi del sistema nervoso.

 

 

Stenosi dell’apparato cardiovascolare:

  • stenosi vascolare, interessa i vasi sanguigni, ne è un esempio la stenosi delle arterie carotidi (la stenosi carotidea è descritta in dettaglio nella scheda interamente dedicata all’argomento);
  • stenosi valvolare, interessa le valvole del cuore (valvola aortica, polmonare, mitralica, tricuspide), le principali cause di stenosi valvolare sono un difetto congenito, il processo di calcificazione legato all’invecchiamento e un processo infiammatorio, come in caso di malattie reumatiche. Le manifestazioni dipendono dalla gravità della stenosi e vanno dal soffio al cuore, all’angina pectoris e alla sincope.

 

Stenosi dell’apparato digerente:

  • stenosi pilorica, interessa il piloro, ossia l’orifizio attraverso cui lo stomaco comunica con il primo tratto dell’intestino. Nel neonato la stenosi pilorica ipertrofica si manifesta nelle prime settimane di vita con vomito esplosivo dopo i pasti, alcalosi metabolica e un ispessimento dello sfintere pilorico percepibile alla palpazione. Nell’adulto la stenosi può dipendere dalla formazione di tessuto cicatriziale conseguente a un’ulcera, un carcinoma o a un intervento chirurgico;
  • stenosi intestinale, più della metà dei pazienti con morbo di Crohn sviluppa delle stenosi entro 10 anni dalla diagnosi come conseguenza della fibrosi intestinale, la sede più comune delle stenosi è l’ileo, la presenza di una stenosi intestinale può provocare un’occlusione intestinale;
  • stenosi anale, dipende dalla sostituzione del normale tessuto elastico con tessuto connettivo fibrotico. Nei bambini è la conseguenza di anomalie dello sviluppo come l’ano imperforato, nell’adulto può dipendere da un trauma chirurgico legato a un’emorreidectomia, all’asportazione di lesioni perianali o di una fistola oppure da altre cause, tra cui traumi del perineo, infiammazioni sessualmente trasmesse, malattie infiammatorie croniche dell’intestino, diarrea cronica e uso cronico di lassativi. Causa dolore all’espulsione delle feci e altri disturbi della defecazione.

 

Stenosi dell’apparato respiratorio:

  • stenosi tracheale, la stenosi tracheale congenita causa l’ostruzione delle vie respiratorie, si manifesta nel periodo neonatale o nella prima infanzia con stridore o insufficienza respiratoria, spesso si associa ad anomalie congenite del cuore che generalmente vengono trattate nello stesso intervento in cui si corregge la stenosi.

 

Stenosi dell’apparato urogenitale:

  • stenosi uretrale, dovuta a un trauma interno o esterno all’uretra a cui è seguito un processo di cicatrizzazione, una delle possibili cause di stenosi uretrale è la radioterapia alla pelvi per il tumore della prostata, si manifesta con difficoltà o impossibilità a urinare.

 

Stenosi del sistema nervoso:

  • stenosi spinale, è causata dal restringimento del canale spinale (o canale vertebrale), lo spazio anatomico che contiene il midollo spinale, a causa dell’invecchiamento le dimensioni e la forma del canale si modificano e di conseguenza le fibre nervose che si diramano dal midollo spinale vengono ad essere compresse. La stenosi spinale, in particolare a livello lombare, ma anche cervicale, causa dolore (radicolopatia), difficoltà di movimento e altre disabilità.

 

 

Sintomi e caratteristiche della stenosi

I sintomi dipendono dalla localizzazione della stenosi. A livello generale i sintomi dipendono dal fatto che il restringimento interferisce con il transito di ciò che si trova in quella struttura cava: sangue, aria, cibo, urina, feci, ecc.

 

Nelle stenosi dell'apparato respiratorio, per esempio, i principali sintomi sono dispneafiato cortotosserespirazione rumorosa e catarro a livello bronchiale. Nelle stenosi lombari, invece, dolore, cefalea, vertigini, problemi di equilibrio e formicolii

 

Illustrazione di una stenosi con figura a sinistra di una colonna vertebrale sana a sinistra e una con stenosi a sinistra, con canale spinale con una grandezza insolita (piccola)

 

 

Come si diagnostica la stenosi

La presenza di una stenosi viene messa in evidenza ricorrendo alle tecniche di diagnostica per immagini, tra cui la radiografia - RX, l’ecografia, l’ecocardiografia, l’ecodoppler, la tomografia computerizzata - TC e la risonanza magnetica - RM.

 

 

Come si cura la stenosi

Il tipo di intervento dipende dal tipo di stenosi, ma consiste essenzialmente nella correzione chirurgica del problema e nella ricostruzione della parte anatomica interessata.

 

 

Fonti

In sintesi

La stenosi è un restringimento patologico di un vaso, un organo cavo, un canale o un orifizio.

Strutture in evidenza

Tutte le strutture     Contattaci

Ricerche degli utenti

  • Adenoidite

    L’adenoidite è un’infiammazione, determinata da virus o batteri, delle adenoidi ovvero strutture linfatiche situate nella zona posteriore del rinofaringe.

  • Aritmia ventricolare

    L’aritmia ventricolare è una condizione in cui il ritmo cardiaco che si origina dai ventricoli risulta alterato.

  • Piede diabetico (Podopatia diabetica)

    Il piede diabetico, o podopatia diabetica, è una complicanza del diabete mellito, la cui conseguenza più temibile, se non è opportunamente curato, è l’amputazione.

  • Amebiasi

    L’amebiasi, un’infezione dovuta al protozoo Entamoeba histolytica, può essere asintomatica o presentarsi come colite di varia gravità.

Informati: la salute con Ihealthyou

In Ihealthyou crediamo nella forza della condivisione e delle comunità e per questo motivo abbiamo pensato ad uno spazio che possa raccogliere persone interessate a informarsi, incontrarsi e ad abbracciare uno stile di vita consapevole sui temi della prevenzione e della cura della salute. Entra a far parte anche tu della nostra community su Facebook!



Entra nella community

Iscriviti alla newsletter di Ihealthyou:
scopri come prenderti cura della tua salute!